NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |
: HMDB - HORROR MOVIE DATABASE  - il Primo Database Italiano di Film Horror :
Seleziona un criterio di ricerca..

IT
Regia: A. Muschietti- Nazione:USA - Anno: 2017- Autore: Vincenzo De Divitiis

Ottobre 1988, cittadina di Derry. Durante un piovoso pomeriggio di inizio estate, il piccolo Georgie si appresta ad uscire per giocare in strada con una bellissima barchetta di carta, costruita con tanta cura da suo fratello maggiore Billy che non può uscire di casa in quanto influenzato. Il ragazzino gioca e corre felice fino a quando il giocattolo non finisce in un tombino dal quale però spunta un misterioso pagliaccio che gli offre sia di ridargli la barca che di regalargli un bel palloncino colorato. Il simpatico clown, tuttavia, altro non è che una creatura mostruosa che divora i bambini e trascina con sé Georgie. Due anni dopo Derry torna a essere teatro di misteriose sparizioni di bambini tutte per mano di questo pagliaccio assassino che vive nelle fogne della città e che prende di mira sette ragazzini, tutti accumunati da problemi a relazionarsi con gli altri e vittime di atti di bullismo proprio per il loro essere diversi e poco “normali”. Gli amici si fanno chiamare il gruppo de “I perdenti” e saranno proprio loro ad affrontare il mostro all’interno della più classica battaglia tra bene e male.

Ci sono film che non hanno bisogno di presentazioni e sono così incastonati e radicati nell’immaginario collettivo da essere riconosciuti all’istante anche da chi si reca al cinema giusto una volta all’anno. Uno degli esempi più famosi è senza dubbio quello di “IT”, il pagliaccio assassino nato dalla fervida mente di Stephen King e protagonista di uno dei suoi romanzi meglio riusciti, che approdò sullo schermo nel 1990 con una minserie televisiva di due puntate…..le due puntate più spaventose di sempre, soprattutto per chi ha avuto la sventura di guardarlo in età ancora infantile. it Da quel momento in poi, infatti, il clown ha perso definitivamente la sua dimensione comica per assumere un’aura diabolica e di puro terrore che si è poi tramutata in una lunga serie di pellicole che, a partire proprio da It, avevano come protagonisti pagliacci assassini (ricordiamo, ad esempio, il recente “Clown” di Jon Watts). Insomma un autentico mito e icona del cinema che oggi, a 27 anni di distanza, torna sul grande schermo grazie ad un remake realizzato da Andy Muschietti il quale, reduce dal buon successo de “La madre”, si ritrova davanti l’occasione della vita per sbarcare definitivamente il lunario. Chance sfruttata in pieno grazie ad un rifacimento molto convincente, dalla personalità ben decisa e marcata e, soprattutto, capace di spaventare come, e forse anche di più, del film precedente, dandogli anche una maggiore sostanza narrativa. it È proprio il lavoro di scrittura, infatti, il vero fiore all’occhiello di questo nuovo “It” dal momento che il regista, insieme allo sceneggiatore Chase Palmer, riesce a creare un plot in cui tutti gli elementi sono ben equilibrati tra loro: c’è la parte comica data da battute sagaci e un’ironia molto sottile e intelligente; ci sono diversi spunti di riflessione che comunque rispecchiano una storia dal forte valore simbolico e ricco di contenuti; c’è poi, infine, l’immancabile dose di paura e terrore in quantità industriale con protagonista un Pennywise davvero spaventoso e più cattivo che mai. Molto ben delineati i caratteri di tutti i protagonisti a cui viene concesso uno spazio quasi equo, fatto eccezione per il personaggio Mike, il ragazzino di colore, che rispetto al film del ’90 passa molto in secondo piano.
Dal punto di vista più strettamente horror, invece, Muschietti convince ma con qualche riserva dovuta al fatto che le scene di paura contengono tutto ciò che può facilmente far saltare dalla sedia lo spettatore poco avvezzo a confrontarsi con tale genere. it Assistiamo dunque a sbalzi sonori, apparizioni improvvise di un pagliaccio truccato in maniera molto più dark del suo predecessore e alcune immagini splatter, lievi ma comunque di forte impatto. Tutti elementi che, pur rappresentando una serie di cliché, concorrono a creare atmosfere inquietanti che trasmettono ansia continua.
Ottimo anche il cast nel quale spicca l’ottimo Bill Skargsand nei panni di un It destinato a diventare indimenticabile davvero spaventoso, oltre ai bravissimi ragazzini tra cui ricordiamo Jaeden Lieberher, Jeremy Ray Taylor, Sophia Lillis, Finn Wolfhard e Jack Dylan Grazer.

Insomma, finalmente un remake ben riuscito e ricordate….IT è tornato !


Visiona il trailer di IT




Votazione:  |  Registrati al forum e commenta la recensione

Tags.............................. it, pennywise, andy muschietti, stephen king

*Inserisci La Tua e-mail               
*Inserisci la e-mail del destinatario