NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |
: HMDB - HORROR MOVIE DATABASE  - il Primo Database Italiano di Film Horror :
Seleziona un criterio di ricerca..

Amityville - Il risveglio
Regia: F. Khalfoun- Nazione:USA - Anno: 2017- Autore: Vincenzo De Divitiis

L’adolescente Belle si trasferisce nella ridente cittadina costiera di Amityville, nello stato di New York, insieme a sua madre, la sorella minore Juliet e il fratello James, da due anni in coma e bisognoso di cure costanti. L’inserimento nella nuova scuola per Belle non è dei più facili in quanto viene presa in giro dai compagni di classe per il fatto che la sua nuova abitazione, la 112 di Ocean Avenue, è ritenuta da tutti gli abitanti del posto maledetta e infestata da spiriti maligni. Sollecitata da un compagno di classe dai modi bizzarri, la protagonista inizia ad indagare sul passato della villa e scopre una terribile e scioccante verità: nel 1974, infatti, la famiglia DeFeo fu completamente massacrata per mano di uno dei figli, Ronald. Belle tasterà ben presto la veridicità di tali leggende quando inizia ad essere tormentata da spaventosi incubi e allucinazioni molto realistiche e, soprattutto, nel momento in cui il fratello James guarisce miracolosamente dal coma al punto da poter rialzarsi e tornare a vivere. La storia di Amityville ha così nuovamente inizio e il male che in essa dimora può tornare ad agire indisturbato.

Il cinema horror, si sa, è da sempre caratterizzato e composto da elementi fortemente iconografici, che siano mostri, case infestate o luoghi dalla grande carica emotiva ed evocativa, e da saghe che hanno segnato la storia del genere e spaventato intere generazioni di spettatori. Una di queste è senza dubbio quella di Amityville Horror che trae ispirazione sui fatti realmente avvenuti nella famigerata villa numero 112 di Ocean Avenue, nella quale nel 1974 la famiglia DeFeo fu sterminata dal figlio Ronald. amilrisveglio Un massacro tutt’altro che normale e a dir poco ricco di misteri e aspetti controversi, se si pensa che le dinamiche di quella notte sono ancora molto oscure e, cosa ancora più inquietante, l’abitazione pare essere costruita sopra un antico cimitero indiano i cui spiriti aleggiano ancora tra quelle pareti e offuscano le menti di chi vi abita. Superstizioni, credenze popolari e macabre leggende che non potevano passare inosservate al cinema horror che a partire dal 1979, anno di “Amityville Horror” di Stuart Rosenberg, ha dato il via ad una saga molto corposa dal punto di vista numerico, con quasi una ventina di titoli tra quelli usciti in Italia ed altri inediti nel nostro paese, ma non sempre dal tasso qualitativo alto e piuttosto inutile ripetitiva. Il tentativo di rilanciare questo franchise arriva questa volta dalla solita BlumHouse che produce questo “Amytiville: Il risveglio” di Franck Khalfoun (che molti ricorderanno per gli ottimi “ -2 – Il livello del terrore” e il remake di “Maniac”), regista francese molto bravo e talentuoso ma che qui si limita a realizzare un prodotto molto adolescenziale, senza grossi spunti narrativi e stilistici e nel complesso piatto e scontato. amilrisveglio Premesso che il materiale di partenza, e cioè la saga originale, non è dei più fervidi e brillanti, va anche detto quindi che Khalfoun non fa molto per cercare di innalzarne il tasso qualitativo, ed al contrario l’autore francese mette da parte la sua ottima vena mostrata nei film precedenti e sembra adagiarsi su quelli che sono gli standard dei film targati Jason Blum. Assistiamo, dunque, alla solita storia di una famiglia che si trasferisce in una casa maledetta, il gruppo di adolescenti ingenui e a caccia di guai, personaggi mal tratteggiati e una storia che segue binari ormai noti a tutti senza alcun tipo di trovata originale e caratterizzata, anzi, dalle solite dinamiche tra i membri della famiglia. Le uniche note liete arrivano dal comparto tecnico, in particolare c’è da sottolineare la fotografia di Steven Poster che in alcuni unti riesce a creare atmosfere inquietanti e leggermente paurose e la scelta di inquadrature dal basso verso l’alto utili a rendere la gli interni della casa più minacciosi e spaventosi. amilrisveglio Piuttosto positiva, poi, la scelta di un cast che vede la bella e brava Bella Thorne, nei panni della protagonista Belle, Cameron Monaghan che interpreta il terribile fratello in coma James, il cui make up non convince del tutto, Jennifer Jason Leigh e Mckenna Grace.
“Amityville: il risveglio”, in conclusione si mantiene in linea con l’andamento mediocre della saga e rappresenta un capitolo evitabile e vendibile soltanto a ragazzini alle prima armi col genere e in cerca di qualche facile spavento. Niente di così orribile, sia chiaro, ma da Khalfoun era lecito aspettarsi molto di più.


Visiona il trailer di AMITYVILLE – IL RISVEGLIO




Votazione:  |  Registrati al forum e commenta la recensione

Tags.............................. amityville, blumhouse, Bella Thorne, frank khalfoun

*Inserisci La Tua e-mail               
*Inserisci la e-mail del destinatario