NEWS

H.M.D.B. |

DVD |

RUBRICHE |

SHOP |

FORUM |

VIDEOS |
: HMDB - HORROR MOVIE DATABASE  - il Primo Database Italiano di Film Horror :
Seleziona un criterio di ricerca..

Angoscia
Regia: S. Mallhi- Nazione:USA - Anno: 2017- Autore: Vincenzo De Divitiis

Tess e la sua giovane mamma si sono da poco trasferite in una villetta appena fuori la periferia di una cittadina americana come tante. Turbata dall’assenza del padre che sente solo tramite Skype e da una mamma dagli atteggiamenti iperprotettivi, la ragazzina mostra dei disturbi del comportamento piuttosto preoccupanti che hanno spinto il genitore a consultare diversi medici che hanno diagnosticato un disturbo dissociativo dell’identità. Questi disturbi, infatti, la portano ad isolarsi da tutto e da tutti, anche da un ragazzo che sembra essere interessato a lei e a volerla anche aiutare, e ad avere sbalzi umorali improvvisi e repentini. Problemi adolescenziali che procedono nella norma fino a quando un giorno Tess trova una tomba appartenente a Lucy, una giovane molto simile a lei dal punto di vista psicologico che alcuni anni prima era stata investita da una macchina proprio in quel punto e a seguito di un furente lite con la madre anch’essa molto protettiva. Da quel momento in poi la protagonista inizia ad avere strane visioni e ad essere perseguitata da una presenza che vuole impossessarsi del suo corpo.

Come sempre accade da diversi anni a questa parte, l’estate è la stagione più povera di uscite e di film interessanti nelle sale e proprio per questo motivo a farla da padrone è la distribuzione di film horror, utilizzati in alcuni casi più come autentici tappabuchi che come titoli su cui puntare concretamente. Ne è un’ennesima dimostrazione questo “Angoscia” del 2015, opera prima di Sonny Mallhi, nome già conosciuto nell’ambiente per essere stato il produttore, tra gli altri, di “The Strangers” e “Hates – House at the End of the Street”.angoscia Un esordio alla regia dalle grosse ambizioni e buone idee, mal supportate però da numerosi difetti in fase di realizzazione che rendono noiosa e pretenziosa una storia di fantasmi che ha l’ambizione di essere una metafora del disagio adolescenziale e del rapporto tra genitori, in questo la madre, e figli.
Con “Angoscia” siamo molto lontani dai modelli di film a cui siamo abituati ad assistere in sala e ci troviamo di fronte ad un prodotto dall’approccio molto autoriale e simbolico. Mallhi mette dunque da parte ogni tipo di elemento spettacolare, come gli espedienti per produrre facili spaventi, contorsioni fisiche ed effetti speciali, e si dedica ad una storia dai ritmi letti, quasi compassati e molto incentrata sullo sviluppo dei personaggi e il rapporto fra ognuno di loro e raccontata con uno stili accurato. Un’idea portata avanti con risultati anche apprezzabili, nonostante in alcuni punti non manchi qualche sbadiglio di troppo, fino a quando però il regista non decide di inserire nel finale elementi horror che, seppur moderati e mai eclatanti e fracassoni, stridono un po’ con la natura intimista del film evidenziata fino a quel momento. angoscia Caratteristica che alla resa dei conti rendono “Angoscia” un film confusionario e incapace di prendere una direzione ben precisa e che resta a metà tra l’horror e il drammatico con il risultato di rendere scontenti gli appassionati di entrambi i generi.
Molto positive le prove di un cast composto dalla giovanissima e bravissima Ryan Simpkins nei panni della problematica Tess e le convincenti Annika Mars e Karina Logue.
“Angoscia”, in conclusione, non convince sotto diversi punti di vista ed è fortemente sconsigliato agli appassionati dell’horror puro.



Visiona il trailer di ANGOSCIA






Votazione:  |  Registrati al forum e commenta la recensione

Tags.............................. sonny mallhi, possessione, adolescente, genitori, figli

*Inserisci La Tua e-mail               
*Inserisci la e-mail del destinatario