: Eventi : Serata HorrorMovie: Terza serata HorrorMovie.it: un report dell'evento



Report (a cura di Roberto Giacomelli)

Horrormovie.it FestivalÈ stata una grande soddisfazione per noi di Horrormovie.it aver progettato, sviluppato, messo in atto e portato a termine un Festival di tre giorni. Non vi nascondo che a un certo punto siamo caduti nello sconforto: troppi problemi che spuntavano fuori all’ultimo minuto legati agli spazi, all’organizzazione, al maltempo - che in un’occasione ci ha penalizzato - , alla grande difficoltà di gestire un evento di tale portata in pochi. Già, perché il nostro è un Festival casalingo, organizzato da una manciata di appassionati che si contano sulle dita della mano di uno storpio, senza alcun finanziamento ne un reale supporto che non venga direttamente dal nostro impegno. Eppure ci siamo trovati a fare i conti con dei risultati inaspettati, tanti ospiti illustri e gustose anteprime, una marea di gente che nel suggestivo scenario del Circolo degli Artisti ha affollato i nostri spazi, chiedendo autografi e discutendo di horror. Un Festival casalingo nato solo dalla passione di noi maniaci dell’horror, dunque, che però ha dato risultati, a nostra vista, davvero stupefacenti.

L’Horrormovie.it Festival ha avuto inizio il 24 settembre 2010 alle 20, con un anticipo di una mezz’oretta per poter dare maggiore spazio alle interessanti conferenze. Abbiamo cominciato subito con l’intervento di Giuliano Giacomelli e Lorenzo Giovenga riguardo il loro lungometraggio “La Progenie del Diavolo”. Daniele Francardi e Marco Saraga hanno moderato la tavola rotonda discutendo di problemi distributivi, Lovecraft e lo spinoso rapporto che spesso l’horror ha con la religione. A seguire abbiamo avuto il piacere di proiettare in anteprima esclusiva alcuni minuti del film e a seguire – sempre in anteprima assoluta – abbiamo proiettato “Voce dall’Inferno”, il cortometraggio di Giacomelli e Giovenga con Gianluca Testa, sequel di “Pianto Rosso”, altro corto che abbiamo presentato e proiettato lo scorso anno.
Intorno alle 21 è stata la volta di Luigi Pastore e Antonio Tentori, rispettivamente regista/sceneggiatore e sceneggiatore/interprete di “Come una Crisalide”. L’incontro, moderato da Daniele Francardi e Roberto Giacomelli, ha posto attenzione sul recente divieto ai minori di 18 anni che la commissione di censura ha posto al film di Pastore, legato – ricollegandoci alla discussione precedente – proprio al rapporto con alcune immagini religiose presenti nel film. Dopo numerose informazioni che Pastore e Tentori ci hanno fornito sulla nascita del film e un’anticipazione sul nuovo film di Luigi Pastore – “Heléna Dictus” - , abbiamo assistito alla proiezione di “Come una Crisalide”.

Sabato 25 settembre è stato il giorno numero 2, quello bagnato che ci ha gettato nel panico.
Ospiti della serata Gabriele Albanesi, Antonio Manetti, Roberto Palma, poi è tornato a trovarci Antonio Tentori e addirittura Sergio Stivaletti, che ci ha fatto un’autentica sorpresa, dal momento che lo aspettavamo solo per la serata finale.
Cominciamo un piccolo dibattito su “Fantasmi – Italian Ghost Stories” alla presenza del produttore Gabriele Albanesi e del regista di uno degli episodi Roberto Palma. Segue la proiezione in anteprima esclusiva di “La Medium” e ulteriore dibattito con Palma riguardo questo suo contributo al film ad episodi prodotto da Albanesi.
A seguire salgono sul palco ad affiancare Gabriele Albanesi, Sergio Stivaletti e Antonio Manetti. Stivaletti ci racconta l’esperienza sui set dei film di Albanesi, in particolare di “Nelle fauci di Ubaldo Terzani”, e Antonio Manetti, produttore insieme al fratello Marco, ci fa partecipi di divertenti aneddoti riguardo l’inizio di carriera del regista di “Il bosco fuori”. Segue un corposo fiume di informazioni sull’imminente “Nelle fauci di Ubaldo Terzani” e poi, nel momento di far partire i trailers del film di Albanesi, la pioggia ci sorprende. Eh già, perché sabato sera il Festival era all’aperto, invogliati anche dal caldo settembrino e dalla bella giornata che fino a quel momento non ci aveva fatto dubitare. Come conseguenza salta la proiezione di “Zora la vampira” e la serata è costretta a concludersi in anticipo. Un brutto colpo per il nostro programma.

Fortunatamente la serata conclusiva del 26 settembre, che si è svolta in tutti i locali del Circolo degli Artisti nell’ambito dell’appuntamento settimanale Wi-fi Art, ci ha dato grande soddisfazione.
Una sala è stata adibita a mostra d’arte, rigorosamente a tematica horror-macabra, mentre si dava la possibilità ai nostri ospiti di gustare l’aperitivo con un leggero sottofondo musicale. Sul palco il team di Sergio Stivaletti ha realizzato effetti di make-up sul pubblico che volesse provare la brezza di esibire ferite, bruciature, fori di proiettile e altri trucchi “mostruosi”. Gli espositori Veronica Bianchi, Eleonora Arcieri, Mariatita Cupersito e Marco Sartana sono stati presentati da Marco Saraga, che ha anche parlato del secondo numero della free magazine Horror Project e ha moderato sul palco un intervento a sorpresa del maestro degli effetti speciali Sergio Stivaletti, che ci ha parlato della sua nuova scuola sfx, la Fantastic Forge.
Contemporaneamente nella Red Room del Circolo si svolgeva la proiezione dei cortometraggi, anticipati dalla presentazione del dramma bellico “L’ultima guerra”, moderato da Daniele Francardi alla presenza dei registi Omar Protani e Marco Farina. Tra i molti corti che hanno occupato le due ore di visione, “Terribile Truth” di Angelo e Giuseppe Capasso e “La luce nel buio” di Roberto Varazzi sono stati presentati dagli stessi autori, per concludere con l’anteprima nazionale del controverso “Cinque cerchi roventi” di Lorenzo Lepori che ci ha parlato di persona della genesi della sua opera.
Alle 21.40 circa, con un po’ di ritardo sulla tabella di marcia, abbiamo avuto l’onore di ospitare Domiziano Cristopharo che ci ha parlato del suo nuovo lungometraggio “Bloody Sin” e ci ha portato in anteprima esclusiva alcuni minuti del film. Insieme al regista sono stati nostri ospiti lo sceneggiatore Filippo Santaniello, l’attrice Elda Alvigini, l’attrice e soggettista Nancy De Lucia e l’attore Mauro Stroppa.
Passate le 22 è stata la volta di “Bloodlines”, il nuovo horror diretto da Edo Tagliavini con gli effetti speciali di Sergio Stivaletti. Ospiti sul palco il regista e i produttori Virgilio Olivari e Mario Calamita, che ci hanno parlato del film e delle difficoltà del cinema horror italiano di trovare una distribuzione. In conclusione del dibattito, moderato da Roberto Giacomelli, abbiamo avuto il piacere di gustarci in anteprima esclusiva i primi minuti del film.
L’ultimo appuntamento della serata ha visto protagonista il grande Sergio Stivaletti, accompagnato da Antonio Tentori e Gabriele Albanesi. Quest’ultimo è tornato a parlarci di “Nelle fauci di Ubaldo Terzani” e ci ha riportato due trailer del film che erano saltati la sera precedente per l’inconveniente pioggia. Poi abbiamo avuto il piacere di presentare ufficialmente “La Mummia 3D”, il nuovo film diretto da Sergio Stivaletti e sceneggiato da Antonio Tentori e attualmente in fase di produzione. Molti gli argomenti toccati dal Maestro Stivaletti riguardo la sua carriera, la funzione delle nuove tecnologie, l’odierno cinema italiano di genere e il suo sostegno ai giovani registi, fino ad arrivare a parlare di “Dracula 3D”, il nuovo film di Dario Argento in fase di pre-produzione, in cui Stivaletti si occuperà degli effetti speciali e Tentori della sceneggiatura.
Concludendo con una piccola considerazione sulla questione “chirurgia estetica”, Stivaletti ci presenta il suo ultimo cortometraggio “Il velo di Waltz”, che è stato proiettato immediatamente dopo la tavola rotonda. La serata nella Red Room si conclude con la proiezione/tributo di “M.D.C. – Maschera di Cera”, il film che ha segnato l’esordio dietro la macchina da presa di Sergio Stivaletti.
Dalle 21.30 alle 22, in contemporanea alle conferenze, sugli schermi della sala aperitivi sono andati in replica i cortometraggi “Voce dall’Inferno”, “Zombie Rising” e il trailer di “L’ultima guerra”.

E così si è concluso il primo Horrormovie.it Festival, un piccolissimo omaggio al cinema di genere da parte di un gruppo di appassionati che si è trasformato sotto i nostri occhi in un evento ricco di anteprime e ospiti illustri. Ho detto primo perché probabilmente ci sarà un ‘poi’, così come le nostre serate monotematiche degli scorsi anni sono diventate da una (il tributo a Gabriele Albanesi nel 2008) a tre (l’anteprima di “House of Flesh Mannequins” di Domiziano Cristopharo la scorsa estate). Una seconda edizione dell’Horrormovie.it Festival? Se ne può parlare. Ci aggiorniamo nel 2011!

 

Ringraziamenti.
Tutto lo staff del Circolo degli Artisti di Roma, Valeria Di Pofi, Giuliano Giacomelli, Lorenzo Giovenga, Luigi Pastore, Antonio Tentori, Sharon Alessandri, Tony Cimarosa, Gabriele Albanesi, Sergio Stivaletti, Roberto Palma, Emanuele Zarlenga, Antonio Manetti, il team di Sergio Stivaletti (Dario Rega, Valeria Di Pofi, Marco Christian Salvati, Alessandro Catalano, Sara Terracciano, Giordana Crognale), Giovanni Gionata Paudice, Marco Farina, Omar Protani, Francesco Picone, Cesare D’Ottavi, David Pietroni, Martina Nardone, Gianluca Licciardi, Angelo Capasso, Giuseppe Capasso, Roberto De Feo, Vito Palombo, Roberto Varazzi, Gabriele Limone, Lorenzo Lepori, Valentina Vannelli, Domiziano Cristopharo, Filippo Santaniello, Elda Alvigini, Nancy De Lucia, Mauro Stroppa, Edo Tagliavini, Virgilio Olivari, Marco Calamita, Paolo Ricci, gli espositori Veronica Bianchi, Eleonora Arcieri, Mariarita Cupersito, Marco Sartana.

L’organizzazione Roberto Giacomelli, Daniele Francardi e Marco Saraga.

<< ARCHIVIO EVENTI