: Eventi : Serata HorrorMovie: Speciale Gabriele Albanesi

Report (a cura di Roberto Giacomelli)

Il 2 Novembre 2008 è una data importante per HorrorMovie.it poiché è in tale giorno che si è svolto un evento programmato da tempo: la prima serata a tema aperta al grande pubblico.
Dopo proposte, controproposte, idee, desideri e tanti “chissà se ci riusciremo davvero”, HorrorMovie.it è finalmente riuscito a far tremare ed esaltare il pubblico romano con una serata completamente dedicata a Gabriele Albanesi, il giovanissimo e ormai lanciato regista di “Il bosco fuori”.
L’evento si è svolto al Circolo degli artisti, noto locale romano non molto lontano da Porta San Giovanni, in una serata dedicata all’arte. In contemporanea ad una mostra di interessanti e spesso inquietanti tele sparse in più zone del circolo e subito dopo l’omaggio al grande Burroughs e al live painting di Cristiano Peluso è entrato in scena HorrorMovie.


All’arrivo di Gabriele Albanesi, l’ospite d’onore della serata, ci siamo immediatamente fiondati al banco per un aperitivo e per scambiare quattro chiacchiere, malgrado il tempo che ci separava dall’inizio delle proiezioni si facesse sempre più esiguo. Con leggero ritardo in confronto alla scaletta del programma entriamo in sala, una suggestiva e ultradark camera nera illuminata da flebili luci rosse, accorgendoci con soddisfazione che già gran parte delle sedie erano occupate. Dopo una rapida introduzione da parte di Daniele Francardi e Roberto Giacomelli, la parola è passata direttamente a Gabriele Albanesi che ha svelato qualche simpatico aneddoto che sta a monte del suo esordio nel campo della regia cinematografica e qualche curiosità riguardo i suoi cortometraggi.
Subito dopo la veloce presentazione è stato proiettato “L’armadio”, il corto d’esordio del regista, e a seguire “Mummie”, secondo corto che si avvale dell’interpretazione del noto comico Fabio Ferri. Numerosi gli applausi che hanno aggiunto carica ad una serata partita decisamente con il piede giusto e che si stava apprestando a gettare secchiate di sangue sul pubblico. L’emoglobina è arrivata puntuale con “Il bosco fuori”, inizialmente accompagnato da una “imprevista” incursione di note musicali “intruse” provenienti dalla sala adiacente, prontamente “placate”.
Tra la curiosità dei presenti e alcune immancabili fughe di chi mal sopporta la vista del sangue, il film si è concluso tra gli applausi degli spettatori, che nel corso della proiezione sono aumentati esponenzialmente, tanto che a fine proiezione si era creata una vera e propria barriera di “ritardatari” e/o curiosi dell’ultima ora in fondo alla sala, costretti a rimanere in piedi per esaurimento posti.
Dopo le foto e gli autografi di routine, Albanesi (che, ci teniamo a sottolineare, è rimasto per l’intera durata della serata!) si è trattenuto al circolo fino alla chiusura, a chiacchierare del più e del meno, dell’horror di ieri e dell’horror di oggi, dei film belli e dei film brutti, rivelandoci anche nei dettagli quale saranno i suoi progetti per il futuro.
Una serata sicuramente riuscita, dunque, e anche un po’ a sorpresa per tutti noi; un primo evento che speriamo potremmo replicare presto con un secondo appuntamento a tema o con una retrospettiva.

Un ringraziamento particolare a Gabriele Albanesi, a tutto lo staff del Circolo degli artisti, a Veronica Bianchi per i contatti e a Elisa Caliciotti per la grafica del materiale promozionale.